Archivi tag: Aria Spa

Valutazione del Rischio – Modulo Raccolta Dati per Preventivo – Aria SpA

Modulo Raccolta Dati per Preventivo per il nuovo metodo operativo standardizzato per la Valutazione del Rischio ARIA SPA. Il metodo operativo A.R.I.A. è stato studiato e realizzato da noi di Aria Spa in collaborazione con l’Università di Udine al fine di standardizzare le procedure per la Valutazione del Rischio degli impianti di climatizzazione come richiesto […]

Sorgente: Valutazione del Rischio – Modulo Raccolta Dati per Preventivo – Aria SpA

Legionella: la soluzione sta nella prevenzione – Aria SpA

Anche se poco pubblicizzati, i casi di legionella non sono episodi sporadici. E purtroppo la causa è sempre nella mancata prevenzione. La legionellosi, conosciuta anche come malattia del legionario, è una forma di polmonite, causata dal batterio Legionella pneumophila. Negli ambienti chiusi, caldi e caratterizzati da un elevato tasso di umidità trova le condizioni perfette per […]

Sorgente: Legionella: la soluzione sta nella prevenzione – Aria SpA

Pulizia ventilconvettori – Aria SpA

Il ventilconvettore è un terminale utilizzato negli impianti di riscaldamento e climatizzazione. Trova largo impiego soprattutto negli impianti di climatizzazione misti aria/acqua. L’aria ambiente viene prelevata dal ventilatore, passa attraverso il filtro dove si libera delle polveri grosse, viene spinta verso la batteria di scambio termico dove per convezione forzata scambia calore con l’acqua e poi […]

Sorgente: Pulizia ventilconvettori – Aria SpA

Manutenzione: pubblicata la UNI EN 13269 in italiano | Aria SpA

Contratti di manutenzione, la UNI EN 13269 pubblicata in lingua italiana.Il 16 giugno scorso è entrata in vigore la UNI EN 13269:2016 che offre una guida per la preparazione di contratti per lavori di manutenzione. A settembre è stata tradotta e pubblicata in lingua italiana e può essere applicata a:rapporti tra società/assuntore di nazioni diverse e della stessa nazione;attività di manutenzione e tutti i servizi ad essa connessi inclusa la pianificazione, la gestione e il controllo dei lavori;qualsiasi componente, fatta eccezione per il software informatico, a meno che il software non debba essere gestito come parte integrante o unitamente all’apparecchiatura tecnica.

Attenzione però:

la norma non fornisce moduli standard per contratti di manutenzione, non stabilisce diritti e obblighi tra società e assuntore e non fornisce regole per accordi con la pubblica amministrazione.

Le normative per la manutenzione degli impianti sono numerose e precise. Nella sezione delle Leggi norme e pubblicazioni del nostro sito le trovate raccolte e spiegate.

Sorgente: Manutenzione: pubblicata la UNI EN 13269 in italiano | Aria SpA

Progetto di Fusione Aria Spa

M&A

Aria Spa ha intrapreso il processo di fusione aziendale per incorporazione della 2BA Srl.

L’organo amministrativo di Aria Spa, coadiuvato dai consulenti di Digital Broker Srl, ha valutato i vantaggi di un  progetto di fusione tra le due Società che si possono riassumere in breve con i seguenti benefici:

  1. produttivo: migliore utilizzo e sfruttamento degli impianti; aumento ed integrazione delle capacità produttive; integrazione delle fasi produttive;
  2. commerciale: aumento della competitività;  ampliamento ed integrazione della gamma dei prodotti; miglioramento della posizione contrattuale o delle possibilità in tema di pubblicità e tecniche di commercializzazione;
  3. tecnologico: acquisizione di marchi,  segreti di fabbricazione, know-how, diritti di sfruttamento; conseguimento di economie di scala; sviluppo di ricerca e progettazione;
  4. amministrativo: riduzione dei costi amministrativi; uso di strutture e sistemi informativi avanzati;
  5. logistico: quali l’ottimizzazione del processo distributivo (trasporto, magazzinaggio, ecc.);
  6. finanziario: compensazione di squilibri nelle strutture delle imprese che si fondono; miglioramento delle condizioni di negoziazione.

Il progetto di fusione è stato sottoposto all’Assemblea Soci che si è riunita in forma totalitaria il 3 novembre 2015 ed ha approvato all’unanimità il progetto.

Aria Spa prevede di chiudere l’iter burocratico/amministrativo nei primi mesi del 2016 e gli effetti della fusione porteranno ad un unico bilancio per l’anno 2015.

2BA Srl cenni storici e obiettivi di Business:

La 2BA Srl è stata costituita nel febbraio 2015 su iniziativa degli attuali storici promotori, ovvero BOREAN STEFANO ed AVOLEDO TIZIANO.

La società è ad oggi retta da un Consiglio di Amministrazione.

Circa le principali e specifiche attività, quali primarie finalità societarie, si esplicitano nella fabbricazione di tubi e condotti senza saldatura, e specificatamente nella fabbricazione di canalizzazioni per impianti di riscaldamento.

In ogni caso l’aspetto che accomuna entrambe le società partecipanti alla fusione, e pertanto quale connotazione anche della 2BA Srl, è quello dell’indirizzo verso la ​“ricerca e sviluppo” di soluzioni innovative per sistemi di distribuzione dell’aria.

Ciò che invece caratterizza specificatamente l’attività della 2BA Srl è il business del ​“commercio elettronico” delle componenti di impianti prodotte e delle componenti di impianti di riscaldamento, ventilazione, refrigerazione e condizionamento dell’aria in generale, anche commercializzate, rappresentando pertanto tale attività una completa complementarietà rispetto alle attività svolte dalla Società incorporante.

Per maggiori informazioni vedi:

Progetto di Fusione

 

Nasce Euroinkubator Srl

Patto fra aziende per un incubatore d’imprese di nuova generazione

Assobusiness e Digital industry spa di Gorizia e Aria Spa di Zoppola (Pordenone) insieme in una srl che ai servizi tradizionali affianca quello della consulenza.

Parte da Zoppola (Pordenone) e da Gorizia per trovare sede a Udine un’iniziativa che punta a sostenere le nuove imprese. Aria spa di Castions di Zoppola, coadiuvata dalle isontine Digital industry spa e Assobusiness, ha dato vita nei giorni scorsi al nuovo progetto EuroInkubator srl, incubatore di terza generazione che ai servizi tradizionali affianca quello della consulenza e che non si pone come competitor di altre organizzazioni similari, ma punta a stringere sinergie per completare il supporto già offerto alle nuove imprese da incubatori, associazioni di categoria e studi di consulenza commerciali e aziendali.

Che cos’è. Secondo la definizione della Commissione europea, un incubatore d’impresa è un’organizzazione che accelera e rende sistematico il processo di creazione di nuove imprese, fornendo loro servizi integrati che vanno dagli spazi fisici ai servizi di supporto al business e alle opportunità di integrazione e networking. L’obiettivo è quello di favorire la sopravvivenza e la crescita di nuove start up. Nel corso degli anni si sono sviluppate diverse metodologie di incubazione, inquadrabili in tre generazioni. La terza generazione degli incubatori d’impresa ha come clienti imprese neonate, spin-off e anche aziende mature, è caratterizzata dalla specializzazione dei servizi di supporto e punta a supportare la nascita e lo sviluppo di imprese tecnologiche e innovative.

La sede. La nuova realtà troverà spazio in un immobile situato a Udine, in via Roma 60, vicino alla stazione ferroviaria, costituito da otto locali. La struttura ospiterà, oltre agli uffici di rappresentanza delle società promotrici del progetto, anche un ufficio a disposizione delle aziende aderenti, una sala riunioni e una reception.

I servizi. I partner che hanno dato vita alla nuova realtà metteranno a disposizione delle Pmi le loro esperienze aziendali offrendo un programma di consulenza annuo che spazia dal marketing all’organizzazione commerciale al reperimento di nuovi soci e ad altro ancora, favorendo le aggregazioni di più operatori e assistendoli sui mercati e nelle trattative più complesse. Il core business dell’azienda sarà rappresentato principalmente dal servizio di domiciliazione per le Pmi, al quale si affiancheranno l’organizzazione di corsi e meeting e la proposta di programmi di consulenza.