Fondi di investimento alternativi e direct lending per le PMI italiane. | Marco Belmondo | LinkedIn

L’esperienza mi dice che oggi un nuovo business in materia finanziaria non può prescindere dal guardare con un atteggiamento di avanguardia levoluzione tecnologica e quella regolamentare.Il Decreto Legge 18/2016 del 14 febbraio scorso è intervenuto in materia di gestione collettiva del risparmio, introducendo alcune misure volte a favorire l’erogazione del credito alle imprese e completando il quadro normativo relativo alla concessione di finanziamenti da parte di Fondi di Investimento Alternativi (FIA).

Sono state stabilite le modalità operative con cui i FIA italiani e i FIA UE possono fare direct lending, ossia concedere prestiti, ponendo fine alle incertezze normative e interpretative che avevano caratterizzavano i primi interventi e indotto a dubitare della possibilità stessa per i FIA di compiere tale attività. Il nuovo Decreto Legge sancisce che i crediti erogati in Italia da FIA nazionali o europei, a valere sul proprio patrimonio, impongono al relativo gestore il rispetto degli obblighi in materia di trasparenza delle condizioni contrattuali e dei rapporti con i clienti e lo assoggettano alle relative sanzioni previste dal Testo Unico bancario. La disciplina trova applicazione anche ai FIA UE, cui è consentito svolgere attività di concessione di finanziamenti in Italia, a condizione che:
a) siano autorizzati dall’autorità competente dello stato membro d’origine ad investire in crediti, inclusi quelli erogati a valere sul proprio patrimonio, nel paese di origine;
b) abbiano forma chiusa ed uno schema di funzionamento, soprattutto per riguarda le modalità di partecipazione, analogo a quello dei FIA italiani che investono in crediti;
c) le norme del paese d’origine del FIA UE in materia di contenimento e di frazionamento del rischio, inclusi i limiti di leva finanziaria, siano equivalenti…

Sorgente: Fondi di investimento alternativi e direct lending per le PMI italiane. | Marco Belmondo | LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *